lunedì 19 maggio 2008

L'ELE.

L’Ele.

L’apparenza purtroppo è il nostro biglietto da visita e da esso può arrivare un interesse e se questo arriva ha “a pelle” un esito positivo o negativo, ma è già un buon auspicio: non è passata comunque inosservata!
Ogni giorno mostriamo di noi una immagine, superficiale, breve, fuggitiva e non appena notiamo di essere osservati per un istante durato più degli altri, studiamo bene l’obiettivo.
A volte ti succede di incontrare persone che non vedi da tanto tempo perché magari l’ultima volta che le avevi viste era accaduto un brutto episodio, e ti senti già un altro personaggio
Chissà poi perché Tutte le persone a cui ho lasciato il mio biglietto da visita continuano a ricordarsi di Me. Mi rivalutano ogni volta.
Credo di essere giunta a una conseguenza:

L’Ele non si odia mai fino in fondo,

l’Ele non si ama mai fino in fondo,

l’Ele rimarrà sempre in sospeso,

l’Ele rimarrà sempre un Mistero.

Comunque sembra che tutto vada così per un motivo o per semplicemente soddisfare il bisogno di distrarre la mente.
Sembra che i pensieri si siano tutti messi d’accordo ad arrivare così precitosamente tutti in una volta,ma non tanto per ostacolarti, ma per porti una sfida, un bivio, una scelta.
Poi capita che l’apparenza sono io a gestirla,tipo voglio apparire così e così e magari così….decidendo io le mie “prede”.
L’Ele è una persona da conoscere per chi va veramente oltre alle apparenze.
Cosa si nasconde dietro l’apparenza?
Forse, un’anima in pena che si vuole ribellare.
Una vendetta personale.

1 commento:

MIO ha detto...

dietro tutto ciò si nasconde una persona che non ha paura ad esternare ciò che sente pensa e prova ma che non riesce ancora ad abbandonare alcune cose del suo passato.. o per paura o per nostalgia.. ma io che ho poca pazienza (e a volte tu riesci a farmi imbestialire)ho la voglia e la curiosità di continuare a conoscere il bell'animaletto che sei!MIO